Hashish e marijuana a scuola, presi due studenti

images (4)Due studenti di 19 anni sono stati arrestati per spaccio a Livorno.
Vendevano l’hashish e marijuana ai loro compagni di scuola.

Entrambi frequentavano una scuola superiore di Rosignano Solvay.

Marco Sammuri e Nicola D’Andrea sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Cecina, con la collaborazione dei colleghi della compagnia carabinieri di Livorno, che avevano avviato un’ispezione per reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole.

Nelle tasche del giaccone di uno dei due ragazzi è stato trovato un porta sigarette in metallo contenente ben 45 grammi di hashish e uno spinello già confezionato.

Nella casa dello studente, poi, durante le perquisizioni, erano stati trovati 220 grammi di hashish, suddivisi in diverse parti, 4 grammi di marijuana, una bilancina di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Nell’abitazione dell’altro giovane, poi, erano stati trovati 210 grammi di hashish e 3,5 di marijuana. Lo studente nascondeva le dosi nel cassetto del porta-computer.

AZ

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Basta con statini e verbali cartacei nelle università

Next Article

Sesso e poker, i passatempi causa di bocciatura

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident