Google Anita Borg Schoolarship: borse di studio da 7 mila euro per studentesse e ricercatrici

Google offre borse di studio del valore di 7 mila euro a studentesse e ricercatrici. Pubblicato il bando 2015 – 2016 delle Google Anita Borg memorial scholarship.
Istituite in memoria della dottoressa Anita Borg, fondatrice dell’Institute for Women and Technology, le borse messe a disposizione dal Google puntano a favorire giovani studentesse o ricercatrici promettenti che vogliano entrare nel campo della tecnologie e della computer science.
Requisito indispensabili per la partecipazione al bando sono l’iscrizione ad un corso di laurea triennale, magistrale o a un dottorato di ricerca nei campi della computer science, dell’ingegneria o di materie affini per l’a.a. 2015 – 2016.
Al termine delle selezioni verranno individuate 20 vincitrici cui verrà corrisposta una borsa di studio del valore di 7 mila euro ciascuna spendibili per coprire tasse d’iscrizione a percorsi di studio, libri o materiali di ricerca.
Le candidature vanno inoltrate  compilando il form online disponibile sulla pagina Google dedicata alle Anita Borg Memorial Schoolarship entro il 31 dicembre 2015. Al momento dell’iscrizione verrà richiesto il CV, una lettera motivazionale e referenze di docenti o collaboratori. Le candidate, inoltre, dovranno descrivere progetti scientifici cui hanno partecipato o a specificare un progetto futuro che vorrebbero realizzare grazie al contributo della borsa.
Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina di Google Anita Borg memorial scholarship.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Il Governo punta all'abolizione dell'Esame di Stato"

Next Article

Rapporto OCSE, Italia ancora indietro. Gli studenti: "Governo investa"

Related Posts
Leggi di più

Il mondo della comunicazione è sempre più giovane: il 53% degli occupati è under 35

Un dipendente su due che lavora nel mondo della comunicazione ha meno di 35 anni. E' quanto emerge da un'indagine condotta su un campione di 172 aziende e condotta da Una, Aziende della comunicazione unite, e Almed, Alta Scuola in Comunicazione, Media e Spettacolo, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi anni c'è stato un calo dell'occupazione femminile.