Gelmini: “i centri sociali non sono gli studenti”

In una nota del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini esprime il suo pensiero sulle manifestazioni studentesche che si sono svolte oggi in tutta Italia. “I manifestanti, – si legge nel comunicato del Ministero – per lo più legati al mondo dei centri sociali, non rappresentano certo i milioni di ragazzi che studiano e si impegnano e che sperano di trovare nelle scuola non un luogo di indottrinamento ideologico ma un’istituzione che li prepari a un vero lavoro”.
“Gli studenti italiani hanno capito che bisogna avere il coraggio di guardare al futuro, di cambiare la nostra scuola, di fare scelte coraggiose. Riproporre vecchi slogan, come se fossimo ancora negli anni ’70, certamente non contribuisce a rendere la nostra scuola più moderna”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Collettivi universitari vittoria alla Sapienza

Next Article

Studenti in piazza: “Il futuro è nostro Riprendiamocelo”

Related Posts
Leggi di più

Muore in un incidente prima della discussione della tesi ma l’università precisa: “Non era in programma nessuna laurea”

Giallo sulla morte di Riccardo Faggin, studente di 26 anni iscritto alla facoltà di Scienze infermieristiche dell'Università di Padova. Si è schiantato contro un albero a pochi metri da casa dove era tutto pronto per festeggiare la sua laurea. Ma l'ateneo ha precisato che il suo nome non era nell'elenco dei laureandi.