Francia. Sesso tra maestra e alunno 12enne. Lei: credevo fosse amore

scena tratta dal film Notes on scandal

La notizia è di qualche giorno fa eppure solo oggi sta avendo un vero boom sui social network. Un’insegnante francese di 39 anni è stata condannata a sei mesi di carcere e a una multa di 6.000 euro per violenza sessuale su minore. Dal 2007 al 2009 la prof ha avuto una relazione sessuale con un suo alunno di 12 anni quando quest’ultimo frequentava la scuola privata Nazareth de Chavagne-en-Paillers, nella Loira.

E’ stato il senso di colpa a indurre la donna a confessare ad un prete il reato e a incontrare la famiglia della vittima nel 2011. Il suo legale ha spiegato che l’insegnante si è consegnata alla giustizia perché “voleva assumersi la sua responsabilità penale e morale“.

La donna, madre di cinque figli, non potrà mai più esercitare la professione. Si è così giustificata: “Credevo davvero che mi amasse“. Un’affermazione che fa riflettere su molti altri aspetti del rapporto insegnante-allievo. Oggi è quasi naturale parlare con i professori sui social network, uscire insieme la sera per una pizza eppure questi comportamenti possono essere fraintesi da entrambi le parti sfociando in casi come quello della ormai ex prof francese.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Malesia. Seminari per comprendere l'omosessualità dei figli

Next Article

Fino al 31 ottobre inscrizione al campionato di calcio di Roma Tre

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36
Leggi di più

“Incompetente ed esibizionista”: ecco cosa pensano i giovani della politica italiana

Presentato il decimo rapporto dell'Osservatorio permanente sui giovani della Link Campus University. La ricerca ha interessato 5mila giovani tra i 16 e i 19 anni. La maggior parte di loro sono delusi dal mondo delle istituzioni ma vorrebbero una donna come Presidente della Repubblica. "I fondi del PNRR? Utilizziamoli per riparare ai danni psicologici provocati dalla DaD".