Festival Cabaret Emergente 2019: come partecipare

Vi sentite comici o cabarettisti, avete le caratteristiche giuste per fare i mimi, i prestigiatori o lavorare in un teatro? Partecipate alla 26esima edizione del Festival Cabaret Emergente, il concorso internazionale dedicato ai giovani talenti del Cabaret e della comicità che si svolgerà a Modena.  Sarà possibile partecipare fino al 14 gennaio 2019.
Il Festival del Cabaret Emergente, giunto ormai alla 26esima edizione, è promosso dalla Riccardo Benini Spettacoli, dal Circolo Culturale Montecristo, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Modena. Il contest riunirà comici e cabarettisti di ogni parte d’Italia. Le selezioni del Festival Cabaret Emergente si terranno presso l’Osteria del Tempo Perso – Viale Indipendenza 25 a Modena – nella Sala Teatrale della Polisportiva Modena Est, nei mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo 2019.
L’iscrizione al festival è completamente gratuita.
Per partecipare all’edizione 2019 del Festival di Cabaret Emergente è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:
– essere comici, cabarettisti, imitatori, prestigiatori specializzati in magia comica, mimi, sosia, fantasisti, gruppi teatrali, fachiri, acrobati, ecc;
– essere residenti in Italia o all’estero.
Per il vincitore è previsto un premio pari a 2.500 euro in contratti di lavoro. Il Festival Cabaret Emergente 2019 garantisce ai candidati iscritti un passaggio televisivo sull’emittente TRC (canale 11 e 15 del Digitale Terrestre in Emilia Romagna, canale 827 di Sky e in streaming sul sito www.trc.tv), nel programma “Si Fa X Ridere”, oltre all’assegnazione dei seguenti riconoscimenti:
– il ‘Premio Radio’, conferito da Radio Bruno;
– il ‘Premio della Critica’, decretato da una Giuria specializzata;
– il ‘Premio della Stampa’, assegnato dai Giornalisti modenesi;
– il ‘Premio Si Fa X Ridere’, deciso dalla Redazione del programma.

I candidati verranno contattati telefonicamente per partecipare ad una selezione, che si svolgerà tra i mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo, durante la quale avranno a disposizione 8 minuti di tempo ciascuno per effettuare l’esibizione.
Una giuria di tecnici selezionerà 14 candidati che accederanno a due prefinali che avranno luogo sabato 30 marzo e sabato 13 aprile 2019 alle ore 21 presso il Teatro Ermanno Fabbri di Vignola (Modena). Alla serata finale parteciperanno 7 finalisti e una giuria di esperti decreterà il vincitore.
Come partecipare? Per partecipare all’edizione 2019 del Festival di Cabaret Emergente è necessario inviare la propria domanda di partecipazione, completa di allegati richiesti e come da modello inserito nel bando, entro il 14 Gennaio 2019, scegliendo una delle seguenti modalità di spedizione:
– compilazione on line della domanda di partecipazione sul sito web Riccardo Benini;
– invio al seguente indirizzo: Riccardo Benini Spettacoli, Via Rainusso 130 – 41124 Modena;
– invio al seguente indirizzo email: [email protected].
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Depressione, tra 5 anni si diagnosticherà con un esame del sangue

Next Article

LE 7 SCUSE PIU' IMPROBABILI PER NON AVER SUPERATO UN ESAME

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.