Facebook: addio privacy, arriva la nuova App di geolocalizzazione

tag automatico privacy
Addio privacy. I facebookiani sono da tempo rassegnati ma adesso sembra che si stia per superare un altro limite. Se le informazioni di Bloomberg sono veritiere, presto Facebook lancerà una nuova app di geolocalizzazione che terrà traccia della posizione di tutti i suoi utenti, grazie al GPS dello smartphone.
 
Secondo la versione ufficiale, l’app dovrebbe consentire agli utenti di scoprire quali amici siano presenti nelle vicinanze. L’applicazione potrebbe funzionare in maniera passiva in background. In realtà, potrebbe essere una buona occasione per trasmettere pubblicità personalizzata e geolocalizzata.
 
L’acquisizione di Gowalla e di Glancee, start-up italiana specializzata in social discovering iniziano a far pensare che questa ipotesi sia sempre più una intenzione reale. Un altro indizio: Facebook ha introdotto una nuova funzionalità, che consente di trovare ristoranti e piccole imprese.
Forse non si tratta solo di un’indiscrezione: a marzo potrebbe comparire davvero una nuova funzionalità geosocial.
 
Investitori e pubblicitari hanno già drizzato le antenne. Le reazioni degli utenti sono prevedibili: la prima è quella di decidere di non dare l’autorizzazione.
Il social network, però, potrebbe non averne alcun bisogno, in quanto pare che nell’iscrizione al servizio ci sia scritto: 
Facebook aggrega i dati dalle informazioni di cui già dispone su di te e i tuoi amici. […]. Possiamo combinare la tua città attuale con tua posizione GPS o altre informazioni sulla tua posizione, ad esempio per informare te e i tuoi amici sulle persone e gli eventi nelle vicinanze o proporti offerte che potrebbero interessarti”.

AZ
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un minuto di silenzio alla Federico II per la studentessa morta ieri

Next Article

Lecco: "15 scuole rimarranno al freddo"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".