Esperimenti in zero-G per arricchire la propria tesi

“Un’esperienza da astronauti” è il titolo del programma dell’Esa (l’agenzia spaziale europea) che permette agli studenti universitari di far volare i propri esperimenti in microgravità partecipando a una serie di voli parabolici su un Airbus A300 a gravità zero (zero-G).

Il concorso, infatti, prevede che ogni gruppo di studenti realizzi un esperimento scientifico da eseguire in microgravità, come parte della propria tesi per un master, per un dottorato o un programma di ricerca.
Per partecipare, i gruppi devono iscriversi al portale dei progetti didattici dell’Esa, www.joinspace.org e, usando l’apposito form on line (“Lettera di intenti”), caricare una descrizione generale della propria proposta, entro il 22 giugno 2009. Maggiori informazioni anche sul sito internet www.esa.int.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Posti all'Unione Europea bando in scadenza

Next Article

Udine presenta l'offerta formativa

Related Posts
Leggi di più

Ingegneria industriale, Medicina e Farmacia: ecco la lauree che fanno guadagnare di più. Male Psicologia e Scienze della formazione

Secondo il 24esimo rapporto di AlmaLaurea ci sono sostanziali differenze nel livello degli stipendi tra laureati: soprattutto per chi ha scelto un percorso di studio in ambito ITC e nuove tecnologie la retribuzione sfiora i 1900 euro al mese mentre i laureati in ambito umanistico guadagnano in media 500 euro in meno.