Energia pulita, etanolo dalle angurie

angurie.jpgGli scarti di produzione del cocomero potrebbero essere usati per produrre biocarburanti. Infatti uno studio sulla rivista Biotechnology for Biofuels dimostra che le angurie invendute possono essere agevolmente usate per produrre etanolo. Lo studio è stato diretto da Wayne Fish del USDA-Agricultural Research Service presso il South Central Agricultural Research Laboratory di Lane in Oklahoma.
La produzione di etanolo in un modo che sia sostenibile per le popolazioni, e cioè senza togliere troppi ettari di terreno alle coltivazioni agricole, può essere incentivata recuperando scarti di produzione che oggi semplicemente vanno persi. La coltivazione dei cocomeri produce molti scarti, il 20% dei cocomeri prodotti resta sui campi perchè ha una forma esteticamente non appetibile e che quindi il consumatore difficilmente acquisterebbe, oppure perchè presenta macchie o imperfezioni sulla buccia, anche queste dei deterrenti alla vendita.
Piuttosto che perderli, questi scarti possono essere utilizzati per produrre etanolo: gli esperti hanno infatti dimostrato che dal succo zuccherino dell’anguria si può ricavare facilmente, per processo di fermentazione, etanolo. I ricercatori hanno calcolato che si ottengono 0,4 grammi di etanolo per ogni grammo di zucchero, e che quindi per ogni ettaro di angurie si possono produrre 220 litri di etanolo, una quantità non trascurabile, soprattutto se pensiamo che per produrla sono stati usati scarti, quindi con un processo praticamente a ‘costo zero’.

Manuel Massimo 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Italia, Ricerca in via di sviluppo

Next Article

Influenza A, il vaccino d'autunno

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).