Diritto allo studio: a Parma oltre 500 PC a disposizione degli studenti

Si tratta di 506 computer, che saranno assegnati in comodato d’uso sulla base della graduatoria che scaturirà dal bando, aperto fino al 17 gennaio 2022.

Il bando è disponibile a questo link  www.unipr.it

Possono presentare richiesta gli studenti e le studentesse che per l’anno accademico 2021-2022: 

  • risultano iscritti entro il 1° anno fuori corso a un corso di laurea, laurea magistrale o laurea magistrale a ciclo unico 
  • hanno presentato attraverso il sito di ER-GO, entro il 3 novembre 2021 (ore 18), una dichiarazione con un valore ISEE non superiore a 20.000 euro 
  • risultano in regola con i versamenti di tasse e contributi alla data del 31 dicembre 2021 
  • non sono immatricolati o iscritti per il conseguimento di una seconda laurea di valore pari o inferiore ad altro titolo di laurea già conseguito 
  • non hanno ricevuto sanzioni per presentazione di dichiarazioni mendaci ai fini dell’ottenimento di benefici e/o esoneri 
  • non sono risultati già assegnatari di dispositivi digitali nei precedenti bandi di concorso emanati dall’Università di Parma negli anni 2020 e 2021 

La domanda deve essere compilata dal 15 dicembre 2021 al 17 gennaio 2022 (ore 12), esclusivamente on line a questo link (attivo dal 15 dicembre): https://www.idem.unipr.it/secure/bandopc2021 

Alla scadenza del bando sarà stilata una graduatoria degli aventi diritto sulla base del valore ISEE, in modo decrescente. La graduatoria sarà pubblicata sul sito di Ateneo il 31 gennaio 2022. 

Total
2
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Una delle cause dell'invecchiamento: la scoperta dei ricercatori dell'Università di Torino

Next Article

La scuola in sciopero: "Colmare divario salariale. Ci aspettiamo un miliardo di euro in legge di Bilancio"

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.