Denunciati 14 genitori: non mandavano i figli a scuola

dispersione scolastica

DISPERSIONE SCOLASTICA. Quattordici denunce, nel ragusano: a finire nel mirino dei carabinieri sono stati padri e madri di minorenni, colpevoli di non aver mandato i propri figli a scuola.

La scuola in questione sarebbe quella di Acate, nella provincia di Ragusa. I militari hanno accertato che otto ragazzi non sarebbero stati mandati a scuola, cumulando assenze ripetute e non giustificate, nonostante fossero nell’età dell’istruzione obbligatoria.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Da Genova parte l'appello: "Ingegneria navale rimanga quì"

Next Article

Allarme bomba: duemila studenti evacuati

Related Posts
Leggi di più

Concorso scuola, docenti chiedono di riaprire le domande

Iscrizioni sono state chiuse il 31 luglio 2020. Altri candidati hanno acquisito il requisito di partecipazione, altri chiedono di modificare la regione dato che la scelta era stata avanzata sulla base di una eventuale prova preselettiva adesso eliminata
Leggi di più

Scuola, l’organico Covid prorogato fino a giugno

Soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori e i dirigenti scolastici. Il personale inserito tra settembre e inizio ottobre nelle classi per dare un aiuto concreto ai docenti curriculari, potrà continuare a lavorare fino alla fine dell’anno