Da Genova parte l’appello: “Ingegneria navale rimanga quì”

Schermata 2013-05-27 a 12.31.51

Ingegneria Navale deve rimanere a Genova. E’ quanto affermano in un documento pubblico Lorenzo Pellerano (consigliere regionale, Lista Biasotti), Federico Bogliolo (consigliere Municipio IX, Udc ), Alberto Pandolfo (consigliere comunale, Pd), Edoardo Marangoni (consigliere Municipio VIII, Udc). I quattro, ”giovani genovesi impegnati in politica” spiegano che ”da alcune settimane sui giornali e sui siti di informazione liguri si parla insistentemente di un’ipotesi di trasferimento fuori Genova del corso magistrale di Ingegneria Navale”, ma ”non e’ possibile separare il corso magistrale dal triennale, Ingegneria Navale da Ingegneria Meccanica o da Ingegneria Civile ed e’ altrettanto insensato separarla da Fisica e Matematica!”. “La frammentazione di un polo scientifico – affermano ancora i quattro – porta sempre a un impoverimento e a un indebolimento delle competenze, della qualita’ e della capacita’ di formare”. Il documento invita a sottoscrivere l’appello perche’ Ingegneria Navale resti a Genova scrivendo una mail a [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Chicago, il sindaco chiude 54 scuole: la ribellione dei bambini

Next Article

Denunciati 14 genitori: non mandavano i figli a scuola

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"