Borse di studio dal CNIT

Il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (CNIT), mette a disposizione borse di ricerca su Telecomunicazioni ed Elettromagnetismo.

Il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (CNIT), mettono annualmente a disposizione dei loro studenti appena laureati delle borse di studio finalizzate ad attività di ricerca, i cui programmi quest’anno verteranno su Telecomunicazioni ed Elettromagnetismo.

Il CNIT è un’organizzazione no-profit istituita nel 1995 dalle Università di Bologna, Firenze, Genova, Parma, Pisa e dal Politecnico di Torino e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Oggi le Università italiane consorziate sono arrivate a 37 e la sede amministrativa si trova presso l’Università di Parma.

Il CNIT destina i ricercatori ai suoi laboratori affiliati (i laboratori degli stessi atenei) e a laboratori nazionali, come quello di Comunicazioni Multimediali di Napoli e quello di Reti Fotoniche di Pisa. Quest’anno le borse di ricerca in palio sono 12, ciascuna dell’importo totale di 18mila euro.

Possono candidarsi al bando gli studenti, provenienti dalle 37 Università, neolaureati (Laurea Specialistica o Magistrale conseguita dopo il 01/11/2011) nelle seguenti discipline: Ingegneria dell’Informazione, Ingegneria Matematica, Ingegneria Fisica, Scienza dell’Informazione, Matematica o Fisica.

Gli aspiranti ricercatori, insieme alla domanda di partecipazione, dovranno presentare una proposta di programma di ricerca in una delle seguenti macroaree: Elaborazione dei segnali, Sistemi e reti di telecomunicazioni, Radar e telerilevamento, Elettromagnetismo applicato.

Si possono presentare fino 2 domande, avendo cura di inserire la destinazione di preferenza (massimo 3 sedi di Unità di Ricerca e/o di Laboratori Nazionali). Le domande, che dovranno pervenire sia tramite posta elettronica sia in formato cartaceo tramite raccomandata A/R, potranno essere spedite entro il 30 Giugno 2012.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Napoli in un tweet

Next Article

Erasmus, Italia quarta per mobilità degli studenti

Related Posts
Leggi di più

Il mondo della comunicazione è sempre più giovane: il 53% degli occupati è under 35

Un dipendente su due che lavora nel mondo della comunicazione ha meno di 35 anni. E' quanto emerge da un'indagine condotta su un campione di 172 aziende e condotta da Una, Aziende della comunicazione unite, e Almed, Alta Scuola in Comunicazione, Media e Spettacolo, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi anni c'è stato un calo dell'occupazione femminile.