Berlusconi ricoverato nel giorno dell’udienza. Per Bocassini: “Strategia dell’imputato”

Schermata 2013-03-08 a 11.47.33

”Ho sentito il presidente questa mattina e mi ha comunicato di aver passato una notte travagliata. Per le cautele del caso lo abbiamo portato al San Raffaele dove si e’ verificato un perdurare del fatto flogistico al livello degli occhi. Non e’ nulla di drammatico, ma e’ una situazione delicata che merita di esser affrontata con attenzione.

Gli oftalmologi hanno consigliato al Presidente un ricovero in day hospital ed e’ quello che sta avvenendo”. E’ quanto spiegato in diretta a Tgcom24 sulle condizioni di salute di Silvio Berlusconi dal suo medico curante, Alberto Zangrillo.

E’ una strategia dell’imputato” ha detto il magistrato Bocassini  che vuole concludere la requisitoria iniziata lunedì scorso contro Berlusconi, imputato per concussione eprostituzione minorile. Nei giorni scorsi il leader del Pdl aveva annullato diversi appuntamenti per quella che era stata definita una congiuntivite e oggi avrebbe dovuto incontrare anche il presidente del Consiglio uscente Mario Monti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Città della Scienza, la lettera dei docenti universitari campani: "Cultura e istruzione perno della società"

Next Article

Diritto allo studio negato: studenti in corteo a Napoli

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.