Basta con statini e verbali cartacei nelle università

images (3)

Il “Decreto semplifica Italia” del 2012 aveva prescritto che dall’anno accademico 2013-2014 la verbalizzazione e la registrazione degli esiti degli esami di profitto e di laurea dovesse avvenire esclusivamente con modalità informatiche.

Anche l’Università di Bari, adesso, ha attuato la sua rivoluzione digitale.

Lo studente, quindi, da oggi in poi, potrà prenotarsi online e il verbale verrà sottoscritto dal professore, come avviene già in molte altre università nazionali.

I processi verranno così semplificati, per venire incontro alle esigenze degli studenti.

Per portare a termine il processo di digitalizzazione nell’ateneo, si è reso necessario fare tornare i professori sui banchi di scuola.
Sono stati, infatti, indetti dei seminari formativi dal Centro servizi informatici, grazie ai quali il corpo docente imparerà ad attivare le nuove procedure.
“Staccarsi dalle vecchie abitudini è difficile”, ha spiegato Costantina Caruso, dirigente del Csi. “Crediamo però che in un anno possa diventare l’abitudine, perché tutti ne comprenderanno i vantaggi”.

AZ

Total
0
Shares
1 comment
  1. Spettabile Redazione,
    Vi scrivo per dire che da studente universitario mi sono stufato di vedere l’andazzo di questo paese, ma mi vorrei concentrare su un dettaglio forse per molti irrilevante. Mi sono scocciato di vivere in un paese dove c’è gente che copia a tutti gli esami e la fa franca. Oltre ai bigliettini si sostengono quasi gli esami in gruppo. Io nella mia vita ho preso le mie umiliazioni, se non sapevo svolgere l’elaborato mi sono anche dovuto ritirare. Se io mi lamentassi probabilmente mi verrebbe detto di farmi più furbo, ma la mia etica me lo vieta. Io vi scrivo e scriverò ad altre testate per sollevare a gran voce questa questione. Non vi può essere la cultura della legalità se ognuno fa il furbetto. Si comincia col copiare agli esami, si prosegue copiando ai concorsi, si prosegue ancora magari facendo i favori all’amico dell’amico. Basta. Copiare è un reato e chi copia deve essere punito. Professori non chiudiate gli occhi! Io suggerisco che negli atenei (specialmente quelli più blasonati) vi siano molti più controllori oppure un sistema di webcam puntate sulle ginocchia degli studenti in modo tale che non possano fare furbate. Quello che ho scritto sarebbe solamente il minimo sindacale in molti altri paesi in cui copiare è considerato un disonore. Uno studente deluso e amareggiato.

Lascia un commento
Previous Article

Flash mob danzante degli studenti dell'Accademia

Next Article

Hashish e marijuana a scuola, presi due studenti

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".