Bambini deconcentrati a scuola perché malnutriti: la colazione, allora, la offre il parroco del paese

colazione

Bambini deconcentrati a scuola perché a stomaco vuoto: a provvedere alla colazione, allora, ci pensa il parroco del paese. Succede a Crema, dove i ragazzi che, a causa delle ristrettezze economiche della famiglia, non possono fare colazione a casa si riuniscono ogni mattina nella parrocchia di Sant’Angela Merici per mangiare cornetti e brioche.

L’iniziativa è stata promossa da don Francesco Gipponi, parroco del paese: “Parlando con le insegnanti, ho scoperto che un certo numero di bambini, dall’asilo alle medie, aveva difficoltà di attenzione. Perché aveva lo stomaco vuoto e non riusciva a concentrarsi. Allora ho pensato a cosa potessi fare. E mi è venuta l’idea: perché non dare la colazione a questi bambini prima che accedano alla scuola? Tutto è nato così”.

Ogni mattina, dalle 7 alle 8, il parroco aspetta i bambini per offrire loro una tazza di latte o di the, biscotti e cornetti; il tutto cercando di mantenere il massimo riserbo sull’identità dei ragazzi disagiati: “i bambini arrivano, prendono la colazione e vanno a scuola. Nessuno gli chiede il cognome. Stanno un po’ con noi, poi partono per l’avventura quotidiana”, rivela don Gipponi.

Un’iniziativa partita in sordina, ma presto applaudita da tutto il paese: attualmente sono 15 i bambini che ogni giorno fanno colazione insieme nella parrocchia di Sant’Angela Merici e potrebbero diventare molti di più.

E non mancano le piccole difficoltà organizzative: “Devo informarmi sui biscotti che vanno di più al momento – dichiara don Francesco divertito – Ora spopolano le Gocciole, quindi prendo quelle. I bambini sono selettivi, se si fissano su un prodotto, vogliono quello. Vedo anche piccoli che portano via qualcosa da mangiare per l’intervallo. Per me non c’è alcun problema”.

Ma le soddisfazioni in questo genere di iniziative non si fanno certo attendere e ripagano da ogni sforzo: “I bambini sanno darti tanto, quando ti sorridono», ha concluso don Francesco Gipponi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Disoccupazione, prossimo vertice europeo a Roma. Letta: "La ripresa è a portata di mano"

Next Article

Stage retribuiti per neolaureati con il gruppo BNL

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.