Assegnazioni per l’autonomia scolastica: costituita la Commissione per la selezione

Assegnazioni per l’autonomia scolastica: costituita la Commissione per la selezione presso il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione.
Decreto costituzione della Commissione procedura di selezione per n. 7 unità di personale docente e dirigente scolastico, da destinare a prestare servizio, in posizione di fuori ruolo, presso gli uffici di supporto e di collaborazione con il Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione.
Commissione composta come segue:
Dott.ssa Anna Rosa Cicala – Presidente Dirigente dell’Ufficio II del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione.
Dott. Ettore Acerra – Dirigente tecnico coordinatore nazionale della funzione tecnica presso l’Amministrazione centrale.
Dott.ssa Diana Saccardo – Dirigente tecnico presso la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.
Le funzioni di segretario sono affidate al sig. Lorenzo Prosciutti o, in sua sostituzione, al sig. Luca Travagliati, entrambi in servizio presso l’Ufficio I del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione.
Nessun compenso o gettone è dovuto ai componenti e al Segretario della Commissione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Post Diploma - Studiare Giurisprudenza all'Università, cosa c'è da sapere

Next Article

Ricerca. Italia-Cina, dieci anni di cooperazione. Al via la call per partecipare alla Settimana dell’Innovazione 2019

Related Posts
Leggi di più

Raid vandalico davanti alla sede dell’Usr a Roma: scritte e fumogeni contro le denunce agli studenti per le occupazioni

Questa notte il movimento studentesco "La Lupa" ha messo a segno un blitz davanti alla sede dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio per protestare contro la circolare del direttore generale che invitava i presidi a denunciare gli studenti che avevano dato vita alle occupazioni degli istituti nelle scorse settimane. In alcune scuole romane sono già stati presi i primi provvedimenti e avviate le procedure per le richieste di risarcimento dei danni.