Arrivata in Italia, la cuffia per la chemio

cuffia-refrigerante

Una cuffia per impedire che la chemioterapia faccia perdere i capelli ai malati: è stata inventata in Gran Bretagna, dal dott. Paxman. In Italia, è stata adottata di recente dall’Ospedale di Carpi e da quello di Avellino.
Si tratta di una cuffia refrigerata che aiuta a mantenere intatta la capigliatura, anche durante la terapia chemioterapica.

Funziona nel 50- 70% dei casi. La cuffia è formata da silicone morbido e da un impianto frigorifero compatto. Se utilizzata prima, dopo e durante il trattamento, contribuisce ad impedire che la radice del bulbo pilifero si atrofizzi parzialmente.

La cuffia Paxman si è rivelata efficace nel proteggere i capelli dagli effetti di farmaci chemioterapici come l’epirubicina, la doxorubicina e il taxol.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pavia, aggressione a studentessa. Minacciato di morte l'amico

Next Article

Segregazione all'università?Posti diversi per maschi e femmine

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".