Allievi direttori di negozio per Oviesse

OVS industry non cerca dei semplici collaboratori ma vuole assumere persone uniche con grande desiderio di imparare, voglia di migliorare continuamente e forte orientamento al risultato.
Offre la possibilità di lavorare in un’azienda in espansione caratterizzata da un ambiente dinamico, cortese e propositivo. Consente alle persone di crescere sia sul piano professionale, che su quello individuale, attraverso percorsi di formazione studiati e progettati per sviluppare le potenzialità e il talento di ognuno.
Il candidato dovrà avere laurea o diploma, conoscenza della lingua inglese, dinamicità, disponibilità a spostarsi su tutto il territorio nazionale, forte orientamento al lavoro per obiettivi, interesse per il mondo dell’abbigliamento, spiccata predisposizione a guidare un team e voglia di mettersi in gioco.
L’iter di selezione è composto da tre fasi che consentono di verificare nei candidati l’attitudine e la propensione al ruolo. Per l’Allievo Direttore di Negozio è previsto un periodo di formazione strutturato con la permanenza in almeno 3 o 4 punti vendita diversi in affiancamento ad un Direttore formatore. L’Allievo viene inserito fin da subito in negozio allo scopo di sviluppare le competenze tecniche e manageriali a ricoprire il ruolo.
Durante il percorso sono previste delle giornate formative d’aula che si svolgono presso la sede dell’Azienda a Venezia Mestre o le Direzioni d’Area.
Per la crescita e lo sviluppo in questo ruolo, la mobilità è fondamentale in quanto nei primi 6-7 anni gli spostamenti sono frequenti, motivati dalla necessità di conoscere più mercati e tipologie di negozi.
Inizialmente si prevede un contratto di inserimento della durata di 18 mesi, che verrà trasformato a tempo indeterminato al positivo superamento del percorso formativo.
Per candidature con esperienza sarà valutato l’inserimento in azienda coerente con la professionalità acquisita.
Gli interessati possono inviare il proprio curriculum al link.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gelmini, la scuola che verrà

Next Article

Miss Italia 2009 è Maria Perrusi

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.