Al via l’app Carta dello Studente, la cultura diventa a portata di smartphone

Gli studenti toscani hanno uno strumento in più per avere a disposizione tutta l’offerta culturale del territorio, che da ora in avanti è a portata di smartphone. È stata infatti appena lanciata la App Carta dello Studente, un’applicazione dedicata agli studenti iscritti all’università di Firenze, all’università di Pisa, all’università di Siena e all’università per stranieri di Siena, che permette di esplorare il panorama di offerte culturali in Toscana.

E se l’utente attiva il servizio di geolocalizzazione, la App fornisce anche indicazioni su come raggiungere il luogo dell’evento con i vari mezzi di trasporto disponibili. Fra gli eventi in cartellone le proposte degli oltre 70 teatri e 140 musei che hanno aderito alla carta regionale dello studente universitario cui gli studenti universitari possono accedere a condizioni di favore. Dal cartellone di mostre, a quello di concerti, spettacoli di prosa e danza, ai festival organizzati sull’intero territorio regionale, l’utente avrà a disposizione tutte le notizie utili in quel momento. Potrà profilarsi selezionando il tipo di eventi e le province di suo maggiore interesse e quindi visualizzare ciò che più lo interessa ricevendo notizie push sul proprio smartphone. Per ciascun evento una scheda riporterà luogo, data e orari, una dettagliata descrizione e le indicazioni per prenotare e acquistare gli eventuali biglietti. Se l’utente attiva il servizio di geolocalizzazione, la App fornisce anche indicazioni su come raggiungere il luogo dell’evento con i vari mezzi di trasporto disponibili. Fra gli eventi in cartellone le proposte degli oltre 70 teatri e 140 musei che hanno aderito alla carta regionale dello studente universitario cui gli studenti universitari possono accedere a condizioni di favore.

“Un’iniziativa di grande valore e un’azione concreta – come ha commentato la vicepresidente della Regione e assessora alla cultura, università e ricerca, Monica Barni – che va a rinvigorire ulteriormente la carta dello studente. Come già detto in altre occasioni, la carta dello studente è uno strumento importante che si inserisce nelle politiche a favore del diritto allo studio e della cittadinanza studentesca e questa app rafforza il concetto offrendo un servizio ulteriore che gli studenti sapranno apprezzare”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università di Catania, a processo due ex rettori e 8 prof per concorsi truccati

Next Article

Bambini inginocchiati, arrivano i primi banchi. I genitori: "Foto strumentalizzata"

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.