Aggredito dal branco vicino l’università: “O mi dai la donna o l’orologio”

La vittima è stato colpito da calci, pugni e due coltellate: non è grave. Arrestato un minorenne e denunciati altri quattro ragazzi

Sono le 4:30 di mattina, due giovani di 27 e 29 anni, accompagnati da due ragazze, vengono accerchiati da un branco di ragazzi più piccoli, minorenni, che li minacciano con un coltello intimandogli di consegnargli “o l’orologio o la donna”. Il fatto è avvenuto a Bologna, nella centrale via Zamboni, in zona universitaria. Quando uno dei due ragazzi ha reagito è stato circondato, malmenato e ha ricevuto anche due coltellate in petto da un 17enne di origini albanesi. L’amico, invece, ne è venuto fuori con tre costole rotte.

L’aggressione del branco

Ora l’aggressore con il coltello si trova nel carcere minorile del Pratello a Bologna, accusato di tentato omicidio. Il fatto risale alla notte tra il 30 aprile e il 1 maggio. Sull’episodio hanno indagato i carabinieri della compagnia Bologna Centro, che per lo stesso episodio hanno denunciato altri quattro minorenni albanesi tra i 15 e i 17 anni, tutti ospiti di varie comunità della città, per lesioni aggravate.

Allertati da un passante, i carabinieri hanno individuato quasi subito tre del branco, mentre gli altri due, tra cui il 17enne, sono stati identificati successivamente grazie alle immagini delle telecamere e alla collaborazione delle comunità per minori in cui vivevano. L’accoltellatore, che si era liberato dell’arma, è stato fermato la sera del 3 maggio e ha ammesso le proprie responsabilità, e venerdì il gip ha convalidato il fermo.

Leggi anche:

Total
9
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Next Article

La prima canna? In Italia si fuma a 13 anni. L'allarme dei medici: "Ripercussioni sull'apprendimento scolastico"

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.