Adele Marri mette in imbarazzo il Rettore

“Caro ministro Clini, caro magnifico rettore: oggi state celebrando un funerale, non l’inaugurazione della nostra università” – racconta la lettera di una studentessa dell’Università di Parma, Adele Marri, letta durante il suo intervento alla cerimonia d’apertura dell’anno accademico.

Adele è portavoce del collettivo studentesco “Anomalia Parma”. La ragazza parla per cinque interminabili minuti affrontando svariati temi d’attualità con parole durissime.  “E’ la vigilia di una morte annunciata: fine della scuola, della libertà, della democrazia” – afferma incurante del clamoroso imbarazzo del magnifico rettore.

“Prima, il rettore ha detto che l’università è un luogo libero” – esordisce Adele, che protesta: lezioni sospese per permettere a tutti di partecipare alla cerimonia inaugurale “e invece quello che abbiamo trovato è stata un’università blindata da cordoni di polizia e carabinieri con scudi e manganelli”. Il rettore? “Si è barricato nel suo palazzo” – aggiunge la giovane studentessa di psicologia.

Stiamo assistendo all’ininterrotto smantellamento dell’università e della scuola pubblica – denuncia Adele – l’università si sta trasformando in un’azienda, con un cda composto da rappresentanti dell’industria”.

E’ arrivato il momento della verità – conclude la giovane – la democrazia sta sparendo davanti ai nostri occhi. Altro che inaugurazione, caro “magnifico rettore”: questo è il funerale della gioventù”.

Guarda il video:

 

M.B.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bioingegneria e staminali, assegnato il premio Altran

Next Article

“Compro oro”: un business che conferma la crisi

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.