Diritto allo studio

Salve
sono studente dell’università degli Studi di Salerno, facoltà Lettere e Filosofia, spec. Scienze della Comunicazione. Vorrei denunciare una grave lesione al Diritto allo studio. A causa di una lacuna del regolamento del “Bando di concorso Borsa di studio 2009/2010” mi è stata negata la possibilità di partecipare all’assegnazione della borsa di studio. I motivi sono puramente burocratici e dovuti esclusivamente all’inefficienza degli uffici preposti.
In generale, la data ultima per iscriversi alla borsa di studio era il 5 ottobre 2009, con la condizione necessaria del superamento del test di accesso. Tenete presente che i test sono stati espletati in data 29 settembre 2009 e la graduatoria è stata pubblicata il 9 ottobre dopo il termine ultimo della scadenza(5 ottobre), rendendo impossibile quindi regolarizzare l’iscrizione alla borsa di studio. Alle nostre rimostranze hanno dato solo risposte vaghe e promesse ancora oggi non mantenute.
Il 30 ottobre sono risultato ufficialmente escluso dalla graduatoria definitiva della borsa motivo:NON ISCRITTO NEI TERMINI. Ci tengo a precisare che, con il mio reddito, sarei risultato sicuramente vincitore e inoltre ho raccolto molte prove (e-mail, decreti ufficiali)a sostegno della mia causa. Nella mia condizione ci sono anche altri studenti. Credo che anche con il vostro intervento possa smuovere qualcosa e difendere i miei diritti. Grazie.
DILLO AL CORRIERE – marcello biscione da salerno-universita\’ di Salerno

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un giuramento in rosa dopo 222 anni

Next Article

La provincia di Salerno cerca operatori sociali

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".